chi

La Società Agricola Al Sole è una giovane azienda nata nel 2010, composta da due ingegneri e due architetti uniti da un legame affettivo che investono i propri risparmi e tempo libero nella passione della coltivazione dell’uva da vino

perché

L’avventura non nasce in modo “intelligente”

Al contrario, nasce dalla cocciuta determinazione dal veterano della famiglia

Dopo aver trascorso un lungo periodo della sua vita in compagnia di documenti, leggi, numeri, sente il bisogno di immergersi nel contatto quotidiano con gli elementi vivi della natura, nella volontà dal voler trascorrere la sua vita con i ritmi scanditi dal trascorrere delle stagioni, coinvolgendo in questa avventura i suoi compagni di vita

Di voler lasciare un segno sul territorio in cui vive con la propria famiglia

In questa ricerca ha subito il fascino della vitis vinifer e del suo frutto che per millenni si coltiva nel mediterraneo

dove

Nel sinuoso skyline delle colline teramane, tra Colle Izzano di Bellante e Selva Alta di Mosciano Sant’Angelo, con ad oriente il mar Adriatico e ad occidente il massiccio del Gran Sasso

cosa

la scelta delle uve da coltivare, è stato determinato dal piacere condiviso in famiglia dei vini da essi realizzabili e non dalle mode o logiche di mercato, nella convinzione che se si produce con il piacere di creare qualcosa che ci soddisfa c’è più passione e questo traspare nel prodotto stesso

La piccola coltivazione è iniziata con sei ettari di uva autoctona a bacca bianca il “Pecorino”: coltivato da sempre tra le Marche e l’Abruzzo, acidità decisa, struttura ampia, persistente; si presta sia all’affinamento in barrique che alla produzione di vini spumanti; maturazione precoce. Allevamento a spalliere con potatura lunga, tremilacinquecentosettantuno ceppi per ettaro. Vigna a Colle Izzano di Bellante a centottantasei metri sul livello del mare, esposta a est, giacitura acclive, tessitura sabbioso-limosa, terreno calcareo

Segue poco meno di un ettaro di Moscato Bianco, uva aromatica per eccellenza di buona struttura, per la produzione di vini amabili, vini secchi, vini frizzanti e spumanti; maturazione medio precoce. Anche il Moscato è allevato a spalliere con potatura lunga, tremilacinquecentosettantuno ceppi per ettaro. Vigna a Colle Izzano di Bellante a duecentoquattro metri sul livello del mare, esposta a sud, giacitura acclive, tessitura sabbioso-limosa, terreno calcareo

Quindi con quattro ettari e mezzo di Montepulciano d’Abruzzo, uva a bacca nera per eccellenza in queste terre Pretuzie: vigoroso, di sapore asciutto, fruttato, non acido, giustamente alcolico; vinificato in bianco si ottiene un ottimo vino rosato, il Cerasuolo; si presta all’affinamento in barrique. Maturazione medio tardiva. Allevamento a spalliere con potatura medio lunga, tremilanovecentosessantotto ceppi per ettaroVigna a Selva Alta di Mosciano Sant’Angelo a centocinque metri sul livello del mare, esposta a est, giacitura acclive, tessitura sabbioso-limosaterreno fortemente calcareo

come

L’Azienda coltiva le varietà di uve da vino presenti da sempre in questa parte di territorio italiano, nel rispetto delle migliori condizioni di equilibrio naturale, applicando il disciplinare di agricoltura biologica